Pittura

Cos’è la pittura? L’arte di dipingere e raffigurare il mondo, visibile e non, utilizzando linee e pigmenti su un supporto solitamente bidimensionale.

La pittura, solitamente ritenuta la più alta fra le Arti Maggiori, viene classificata in diversi modi: in base al supporto su cui viene realizzata, quindi pittura su tavola, su tela, su tessuto; in base al medium e dunque pittura a tempera, pastello, acquerello. Ci si può basare anche sulle tematiche che rappresenta: allegoria, natura morta, ritratto, paesaggio…

Una delle maggiori suddivisioni è quella temporale: arte antica, medievale, moderna e contemporanea. Non tutti gli studiosi sono concordi su queste categorie, qui troverete indicati col nome di arte Moderna i maggiori artisti italiani dal secondo dopoguerra ad oggi.

Da Umberto Boccioni a Lucio Fontana passando per Emilio Vedova, Michelangelo Pistoletto, Piero Manzoni potrete leggere dei movimenti artistici più importanti del secondo Novecento italiano, come il Futurismo, l’Astrattismo, Surrealismo, Arte Informale, Arte Povera e Arte Concettuale.

E-mail: margherita.depieri4@gmail.com

 

Nota biografica

 

Abitazione e studio: strada Valle 126, tel. 338/1798644, 43048 Medesano.

E-mail: tamiazatorri@libero.it

Mostre: Massa Martana, set. 2021; Todi, nov. 2021.

ABITAZIONE: via Liberazione 22, 28883 Gravellona Toce, tel. 338/ 1254670.
STUDIO: via Filippo Corridoni, 28883 Gravellona Toce, tel. 338/ 1254670.
E-MAIL: daniela.dv@virgilio.it

CRITICA: segnalazione critica del Comitato

MERCATO: estensione internazionale, fascia medio economica (tra i 2.600 e i 5.200€), frequenza alta

Dalle major Christie’s e Sotheby’s alle nuove imprese: ecco le realtà che animano il mercato dell’arte a Milano, la città italiana più vivace e innovativa. 

Formazione: il suo lavoro è stato esposto in musei, fiere d'arte e spazi istituzionali in Europa e Stati Uniti, tra cui: Palazzo Reale, Milano (2022), Residenza dell'Ambasciata d'Italia a Berna (2022), Macro Asilo-Macro Museo d'Ar

Formazione: pittore e scenografo autodidatta, studia alla Scuola Reale Elisabetta di Rovereto.

 

Formazione: Emilio Vedova comincia a dedicarsi alla pittura e al disegno nel 1930-35, studiando la pittura veneta, soprattutto Tintoretto, e facendo numerosi schizzi nelle chiese di Venezia: prime serie di annotaz

A Venezia una mostra tematicha vuole racccontare il passato della grande artista contemporanea con una serie di opere realizzate negli anni '70, poco conosciute e raramente visibili al pubblico.

RITICA: segnalazione critica del Comitato

MERCATO: estensione internazionale, fascia medio economica (tra i 2.600 e i 5.200€), frequenza alta.