Scultura

Con scultura si intende il processo di creazione di un’opera a tutto tondo, un oggetto intero realizzato partendo da un materiale grezzo: legno, marmo, pietra, resina… le dimensioni possono variare, da piccole creazioni per la casa ai grandi complessi scultorei che si inseriscono nelle città.

 

In questa raccolta trovate informazioni su come lavora uno sculture, come nasce e cosa può rappresentare una scultura contemporanea.

Grandi esempi della scultura contemporanea italiana sono sicuramente Arnaldo Pomodoro, e il dissacrante Maurizio Cattelan, con il suo famoso dito medio realizzato per la Borsa di Milano.

Una mostra sulla complessa realtà femminile in Italia tra gli anni Cinquanta e Sessanta, periodo in cui Wanda Miletti Ferragamo ha cambiato la propria vita.

Tecniche e soggetti: affascinato dall’idea di limite, Alessandro Piangiamore, attraverso una molteplicità di linguaggi che spaziano dalla scultura alla performance, rappresenta fenomeni naturali inafferrabili.

Carlo Motta e Massimo Pujia, rispettivamente responsabile Editoriale e Commerciale del CAM, hanno il piacere di presentare il Catalogo dell'Arte Moderna a Roma. 

Formazione: dopo gli anni liceali, l’opposizione dei genitori alla sua volontà di frequentare l’Accademia di Brera lo spinge ad arruolarsi volontario con il Savoia Cavalleria, partecipando ad azioni di pattuglia nella steppa.

Alberto Burri segue gli studi di medicina laureandosi nel 1940 e nel corso della Seconda Guerra Mondiale si arruola come ufficiale medico.

Uno dei maggiori artisti italiani contemporanei in mostra a Torino: le imperdibili opere di Fabio Viale ai Musei Reali in collaborazione con la Galleria Poggiali.

È stata presentata la seconda edizione di “Collezionisti e valore dell’arte in Italia – 2022”, ricerca promossa da Intesa Sanpaolo Private Banking, in collaborazione con la Direzione Arte, Cultura e Beni S

«Tutto era già pronto due anni fa. I venti giovani artisti italiani erano stati accuratamente selezionati dalla redazione di Arte.

ABITAZIONE E STUDIO: via Suzzolins 54, tel. 340/5511364, 30025 Teglio Veneto.

REFERENZE: Cividale del Friuli, Artestruttura; Bari, Divitas; Udine, Galleria La Loggia.

Formazione: Giorgio Celiberti ha cominciato giovanissimo a occuparsi di pittura; già a diciotto anni è presente alla Biennale di Venezia (1948), distinguendosi subito come uno degli artisti più dotati della sua generazion