Scultura

Con scultura si intende il processo di creazione di un’opera a tutto tondo, un oggetto intero realizzato partendo da un materiale grezzo: legno, marmo, pietra, resina… le dimensioni possono variare, da piccole creazioni per la casa ai grandi complessi scultorei che si inseriscono nelle città.

 

In questa raccolta trovate informazioni su come lavora uno sculture, come nasce e cosa può rappresentare una scultura contemporanea.

Grandi esempi della scultura contemporanea italiana sono sicuramente Arnaldo Pomodoro, e il dissacrante Maurizio Cattelan, con il suo famoso dito medio realizzato per la Borsa di Milano.

CRITICA: segnalazione critica del Comitato
MERCATO: estensione internazionale, fascia economica (formato di riferimento: 50x70 cm; indicativamente inferiore ai 2.600€), frequenza limitata

Un movimento che ha segnato una netta distinzione nel panorama artistico italiano e non solo: Arte Povera si è contrapposta alla Pop Art e all'arte consumistica americana andando a riprendere materiali umili, tecniche del passato e ispirazioni di

Con Cecilia Alemani abbiamo fatto il punto sul gender gap e su come sta cambiando l’altra metà dell’arte. Un processo accelerato dalla coraggiosa mostra da lei curata alla Biennale di Venezia.

A Milano, negli spazi del Pirelli HangarBicocca, eredi postindustriali di visioni barocche, l’artista mette in scena un’atmosfera incantata e atemporale. 

Mercato: estensione internazionale, fascia economica (formato di riferimento: 50x70 cm; indicativamente inferiore ai 2.600€), frequenza media

Formazione: Leoncillo Leonardifrequenta l’Istituto d’arte a Perugia e l’Accademia di Belle Arti a Roma.

Negli spazi rinascimentali di Palazzo Strozzi, lo scultore anglo-indiano penetra nel mistero della natura umana con “buchi neri”, quadri specchianti e forme primordiali.

Formazione: Paolo Scheggi ha studiato all’Istituto statale d’arte e all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Nel 1960 fonda la rivista “Il malinteso” e nel 1961 si trasferisce a Milano.

Dopo aver realizzato la scultura della Vittoria posta nella fermata della metropolitana della città, Isgrò torna a Brescia per una collaborazione tra Brixia - Parco archeologico di Brescia romana, il Museo di Santa Giulia e la stazione FS.

Una mostra sulla complessa realtà femminile in Italia tra gli anni Cinquanta e Sessanta, periodo in cui Wanda Miletti Ferragamo ha cambiato la propria vita.