Giampaolo Muliari

Besana in Brianza (MB), 3 novembre 1965

CRITICA: SC

MERCATO: estensione internazionale, fascia economica (non superiore ai 2.600€), frequenza media. 

ABITAZIONE: via Weill Weiss 26/A, tel. 02/93572210, 20020 Lainate.

STUDIO: viale Rimembranze 21/3, tel. 02/36541838, 20020 Lainate.

REFERENZE: Cividale del Friuli, Artestruttura. PARTECIPAZIONI: Napoli, Castel dell’Ovo, giu. 2020; Avellino, Complesso Monumentale Carcere Borbonico, lug. 2020; Sorrento, Chiostro di San Francesco, ago. 2020; Chieti, Museo Michetti, set. 2020; Marostica, Castello Inferiore, set. 2020; Gallipoli, Salone Belvedere, ott. 2020.

PREZZI: 30 x 50 cm, € 1.500; 50 x 70 cm, € 2.000; 80 x 100 cm, € 3.500/comunicato dalla galleria.

E-MAIL: jampytoro@yahoo.it

 

Formazione e Periodi: Giampaolo Muliari si diploma al Liceo artistico Beato Angelico di Milano nel 1983 e all’Accademia di Belle Arti di Brera nel 1989.

 

Ha esposto le sue opere in numerose mostre personali in Italia e all’estero. In questi ultimi anni va menzionata la sua presenza agli Istituti italiani di cultura di Vienna, Helsinki, Sydney, Budapest, Copenaghen, Colonia, all’Aeroporto International di Salvador de Bahía, all’Europa Passage di Amburgo e alla Galleria Arka di Vilnius, tanto che le sue opere hanno avuto eco sia in Europa che in America, sia in Asia che in Australia. Dal 2008 è direttore del Museo del Grande Torino, aperto negli spazi architettonici di Villa Claretti Alessandri a Grugliasco.

 

Soggetti: infanzia, tematiche sociali e sportive (in particolare dedicate al Grande Torino).

 

Tecniche: pastelli policromi e matita su carta.