Alda Jucci Ugolotti

Parma, 20 ottobre 1944

Formazione: Alda Jucci Ugolotti opera nel mondo dell’arte sin dagli anni giovanili in varie discipline, ma è la scultura che sente più congeniale, tanto da approfondirne gli studi all’Accademia di Belle Arti di Brera, conclusi con una tesi di argomentazione plastica col critico d’arte e docente Guido Ballo: anni determinanti per la sua professione, che l’hanno vista allieva di Marino Marini e Alik Cavaliere.

 

Tiene la prima mostra personale alla galleria Niccoli di Parma nel 1980. Fino ad allora l’artista aveva alternato docenza e attività professionale, utilizzando materiali preziosi come marmi e bronzi e materie povere come terracotta e gessi, compiendo anche in campo ceramico sperimentazioni materico-cromatiche.

 

Molto presente nel suo territorio, si è orientata verso la realizzazione di opere pubbliche, sempre prediligendo le grandi dimensioni, come dimostrano le sue caratteristiche plastico-culturali. Nominata Accademico di Belle Arti nel 1995, fa parte tuttora del consiglio di presidenza dell’Accademia Nazionale di Belle Arti di Parma. Nel 2010 ha allestito un Museo personale di scultura contemporanea nel Palazzo Ducale di Sala Baganza, detto Palazzo Sanvitale. Nel 2015 ha partecipato alla 56a Biennale Internazionale d’Arte di Venezia ed è presente in collezioni private e spazi pubblici in Italia e all’estero.

 

Soggetti: figurativi, spazia dai ritratti ai grandi monumenti fino all’astrazione delle forme.

 

Tecniche: grafiche (grafite, carbone, tecniche miste), acquerello, tempera, olio; scultura in bronzo, marmo, terracotta anche dipinta, gesso, ceramica.